Agenzia Web dal 2003
A Rosignano Solvay - Livorno
Chiamami al
328 9475200
Fissa un appuntamento
Scrivi ad info@publidata.it

Web Marketing Turistico: 5 Consigli Pratici a Costo Zero

web marketing turistico: 5 consigli pratici a costo zero

Nel web marketing turistico ci sono tantissimi fattori che concorrono per ricevere prenotazioni, ma troppo spesso ci concentriamo solo sugli investimenti, non pensando anche ad altri fattori che possono risultare davvero importanti per migliorare i risultati.

Nella mia esperienza (dal 2003) ho avuto la fortuna di visitare tantissime strutture ricettive, ma quasi nessuno aveva pensato che questi 5 consigli a costo zero avrebbero potuto migliorare ancora le conversioni.

Eccoli qui:

Anticipa le possibili domande dei viaggiatori

Quante volte ti vengono poste le stesse domande dai clienti durante il loro soggiorno? Tante vero? Inserisci nel tuo sito una pagina “domande e risposte”.

Scommetto che non saranno pochi gli accessi a questa pagina, perché rassicura gli utenti e rende ancora più facile la raccolta delle informazioni che gli servono per scegliere la tua struttura rispetto ad un concorrente.

Hai scritto che c’è un ampio parcheggio, la Wi-Fi gratis, che il mare è solo a pochi minuti in auto, ecc…?
Riscrivi queste informazioni nelle F.A.Q. (Frequently Asked Questions), sarà un ottimo riepilogo dei tuoi servizi ed il tuo potenziale cliente apprezzerà sicuramente (anche Google).

Riduci la distanza con l’utente

Più modalità di contatto fornisci agli utenti e più possibilità avrai che diventino tuoi Clienti.

Una chat potrebbe essere un valido strumento per intercettare gli utenti da pc ed invogliarli a chiedere informazioni o semplicemente rassicurarli sul fatto che sei fisicamente lì, a portata di click.

Tante persone si peritano a scrivere una mail per i più svariati motivi e permettere loro di poter “dialogare” in diretta con te può essere sicuramente un ottimo modo per portare a casa più prenotazioni.

E’ come essere un commesso in un negozio e di chat in Rete ce ne sono tantissime gratuite e che funzionano benissimo.

Potresti provare anche Messanger e WhatsApp, per favorire il contatto con utenti che preferiscono questi strumenti e che stanno navigando sul tuo sito da smartphone.

Con questi strumenti non solo riduci la distanza tra te ed i viaggiatori, ma rimangono anche tracciate le conversazioni, permettendoti di ricontattarli in un secondo momento.

Crea un hashtag

L’hashtag (il “cancelletto” prima di una parola, il mio ad esempio è #webmarketingefficace) è un ottimo modo per poter rintracciare sui social network contenuti specifici e nel caso della tua struttura potresti scoprire post di cui non saresti mai venuto a conoscenza.

Se stimoli i tuoi clienti a postare sui loro social con il tuo hashtag, potrai usufruirne per condividerli sulla tua pagina Facebook o su Instagram, ottenendo così contenuti sempre freschi, gratuiti, ma soprattutto altamente referenziali.

Potresti addirittura creare una pagina “Guestbook” sul tuo sito dove raccogliere queste informazioni, magari con i post più carini ed interessanti.

Come fare? Potresti provare a mettere un piccolo volantino alla reception e qualche cartello (non troppo grosso) nelle zone principali della tua struttura, come la piscina, la sala comune o il ristorante.
Qualcosa di non troppo evidente ma che si veda!

Riduci il form di richiesta informazioni all’indispensabile per la conversione

A cosa ti serve sapere l’indirizzo o il numero di telefono o la data di nascita del viaggiatore al momento in cui ti vuole chiedere un’informazione o verificare la disponibilità?

A nulla!

Troppo spesso vedo form infiniti che ottengono un solo risultato: abbassare il tasso di conversione!

Come risolvere? In questa fase chiedi solo le informazioni strettamente necessarie:

  • il nome
  • la mail
  • la data di arrivo e partenza
  • numero di persone
  • messaggio

Ti serve altro per evadere una richiesta di informazioni? Non credo.
Le persone non hanno né troppa voglia, né tempo da dedicare alla compilazione di dati, soprattutto quelli non necessari per poter ottenere una risposta in prima battuta.

Meno campi l’utente deve compilare e più si alzano le conversioni.

Il resto delle informazioni puoi sempre chiederlo in una seconda fase, quando la prenotazione andrà a buon fine ed il tuo cliente sarà anche più propenso a fornirle.

Ai miei clienti ho fatto togliere anche la richiesta del numero di telefono perché, non essendo un campo obbligatorio, non lo compilava quasi nessuno.

Ogni campo in più è una percentuale di conversioni in meno.

Rimani in contatto con i tuoi Clienti

Ti faccio una domanda: dopo che il tuo cliente ha soggiornato nella tua fantastica struttura ricettiva ti fai risentire ogni tanto?

Con il termine “ti fai risentire” intendo che tantissime strutture turistiche (esattamente come tantissime aziende comuni) continuano ad investire su potenziali clienti nuovi piuttosto che coccolare quelli che sono già clienti.

Le aziende, spesso, investono tante risorse per generare nuovi clienti quando potrebbe essere molto meno costoso lavorare su coloro che lo già.

Come fare? Mantenendo un contatto con gli strumenti più disparati: email, newsletter, sms, lettera cartacea, ecc… Basterebbe poco!

Non più tardi di una settimana fa con un mio cliente abbiamo creato per la prima volta una lista clienti ai quali abbiamo inviato una mail con un’offerta weekend.
Tempo 2 ore è arrivata la prima prenotazione.

Prenotazione vuol dire nuova liquidità generata da un cliente sul quale avevamo già investito in precedenza e che ora stiamo solo capitalizzando.

Prenotazione vuol dire abbattimento del costo di acquisizione e non è cosa da poco.

Con quali contenuti rimanere in contatto con i clienti?

Ce ne sono un monte, bisognerebbe valutare caso per caso, ma i più generici e classici sono:

  • informative su eventi in zona
  • inviti per weekend speciali e riservati
  • nuovi servizi (sauna, massaggi in loco, biglietti ai parchi, ecc…)
  • gli auguri di compleanno e di Natale
  • le foto più belle della stagione passata
  • offerte strettamente riservate (per davvero però)
  • premi e riconoscimenti conseguiti (es. punteggio su TripAdvisor o Agriturismo.it)

Come dicevo prima: a volte basta davvero poco.

Un consiglio importante: NON inviare solo offerte altrimenti rischiate di diventare noiosi e la dis-iscrizione è a portata di click.

Tenersi in contatto con i clienti è sicuramente un modo per farsi ricordare ed essere tra le prime scelte quando si presenta l’opportunità di un weekend fuori stagione o ri-prenotare le vacanze estive.

Crea una campagna Brand con Google Adwords

Prova a cercare su Google il nome della tua struttura.

Scommetto che il primo risultato è Booking.com, vero?

Uno dei tuoi obiettivi è disintermediare dalle OTA (le agenzie online) e per questo dovresti cercare di occupare con il tuo sito web più spazi possibili nei risultati di ricerca.

Prova a creare una campagna con Google Adwords comprando il nome della tua struttura ricettiva (in gergo chiave brand).

Ogni click ti costerà molto poco, ma otterrai ogni volta uno spazio in più nei risultati di Google e molte possibilità in più che i viaggiatori prenotino sul tuo sito web piuttosto che sulle OTA.

Almeno proviamo a rendergli la vita un po’ più difficile, non trovi?

___________________________

Spero di averti trasmesso delle informazioni interessanti, ma vorrei saperlo da te.
Se hai piacere puoi lasciare un commento qui sotto. Alla prossima!

Rimani connesso alla mia pagina WebMarketingEfficace per ricevere le notifiche dei prossimi articoli.

Metti Mi Piace qui sotto.

Vuoi aumentare le prenotazioni dirette?

Contattami qui per parlare del Tuo progetto

Share

Mentre gli altri ti parlano di strumenti, io ti parlo di come acquistano i Tuoi Clienti! Ti aiuto a sviluppare la corretta Strategia di Web Marketing della tua attività. E i Risultati si vedono! Il mio lavoro è sviluppare e mettere in pratica la corretta strategia di web marketing per la tua singola azienda, mettendone in risalto i punti di forza, scegliendo gli strumenti giusti e coordinandoli tra loro, con l’unico obiettivo di ottenere risultati tangibili (fatturato, clienti e vendite).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *